Pilkington, il Ministero proroga la cassa integrazione fino al 10 novembre - Si continua a lavorare per salvare i posti di lavoro
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


31 maggio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

San Salvo   Attualità 18/09/2019

Pilkington, il Ministero proroga la cassa integrazione fino al 10 novembre

Si continua a lavorare per salvare i posti di lavoro

È una boccata d'ossigeno, seppur non risolutiva, quella che arriva dal Ministero del Lavoro per la Pilkington. A otto giorni dalla scadenza della cassa integrazione straordinaria, che avrebbe portato ad un probabile licenziamento per 55 lavoratori, c'è una proroga della cassa integrazione fino al prossimo 10 novembre. È quanto emerge dall'incontro, che si avvia alle battute conclusive, in corso a Roma e a cui partecipano i rappresentanti dell'azienda, i sindacati, i rappresentanti delle regioni Abruzzo e Piemonte - la situazione degli esuberi riguarda infatti gli stabilimenti di San Salvo e Settimo Torinese - e i rappresentanti del Ministero.

Il convincente piano industriale approvato lo scorso anno, gli investimenti e l'importanza delle ricadute occupazionali hanno convinto il Ministero a concedere una proroga breve ma importante perchè consente di andare avanti nel ricercare ulteriori soluzioni. Nel tavolo ministeriale è stato stabilito anche che le parti dovranno incontrarsi entro il 10 novembre per un nuovo esame congiunto sul futuro. 

Positivo si è rivelato anche il sostegno delle regioni Abruzzo e Piemonte che hanno confermato la rilevanza strategica dei siti industriali e mettendo in campo accordi di politiche attive.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi