"Al quartiere San Paolo manca l’acqua da ieri. Se continua così, scatta la protesta" - "Nessuno ci dice quando tornerà. Neanche un’autobotte per le emergenze"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


1 giugno 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   L'angolo dei lettori 14/09/2019

"Al quartiere San Paolo manca l’acqua da ieri. Se continua così, scatta la protesta"

"Nessuno ci dice quando tornerà. Neanche un’autobotte per le emergenze"

(foto di repertorio)"Andrò a protestare al mercato con una tanica, visto che qui al quartiere San Paolo non c'è acqua da ieri, ma nessuno è ancora intervenuto". Patrizia De Rosa, una residente del rione più popoloso della città, è indignata.

"Da ieri pomeriggio - racconta - qui siamo con i rubinetti a secco. Le scorte dei serbatoi sono finite e ora non possiamo fare nulla, perché non c'è neanche una goccia d'acqua. Ho telefonato alla Sasi", la società che gestisce il servizio idrico in 92 dei 104 comuni della provincia di Chieti, "e agli amministratori comunali. Da questi ultimi ho saputo che c'è stata una rottura in corso di riparazione. Ma nessuno ci ha avvisato, né fornito informazioni su quando l'acqua tornerà. Avrebbero potuto mettere a disposizione un'autobotte, come hanno fatto ad agosto. Invece neanche quella".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi