"Nei campi sportivi mancano pensiline riservate al soccorso sanitario" - L’appello di Valentino Noè, volontario della Croce Rossa
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


4 giugno 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   L'angolo dei lettori 11/09/2019

"Nei campi sportivi mancano pensiline riservate al soccorso sanitario"

L’appello di Valentino Noè, volontario della Croce Rossa

La copertura per i sanitari al campo di via Stingi a San SalvoDa Valentino Noè, volontario del Comitato di Vasto della Croce Rossa, riceviamo la lettera aperta da lui inviata anche a Figc e amministrazioni comunali per sollevare un problema da lui riscontrato sui campi sportivi del Vastese.

"Egregi, la presente per esporre un problema che interessa gli stadi della nostra zona del Vastese, ossia la mancanza in tutti i campi di calcio di una pensilina riservata al soccorso sanitario. Detta circostanza implica che per tutta la durata delle partite non solo è necessario rimanere in piedi ma non di rado si è costretti a rimanere anche sotto la pioggia e la neve; e questo nonostante nelle manifestazioni sportive l’assistenza sanitaria sia obbligatoria".

Nella ristrutturazione del campo sportivo di via Stingi, a San Salvo, è stata realizzata una panchina coperta (opposta a quelle delle squadre) che possono utilizzare i sanitari. Ma, negli altri campi, non ci sono spazi coperti adeguati.

"Dato che siamo volontari con non poca responsabilità sulla salute degli atleti e dei cittadini - aggiunge Noè -, si confida che gli enti e le persone in indirizzo possano attivarsi per risolvere questo piccolo problema che è tuttavia importantissimo per la salute di noi addetti al soccorso".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi