Mercato coperto va ripopolato, non basta il sabato. Confesercenti e Cia: "Progetto di sviluppo" - Nel "Santa Chiara" pochi commercianti durante la settimana
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


4 giugno 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 09/09/2019

Mercato coperto va ripopolato, non basta il sabato. Confesercenti e Cia: "Progetto di sviluppo"

Nel "Santa Chiara" pochi commercianti durante la settimana

La questione è come fare in modo che il mercato coperto di Santa Chiara sia vivo non solo il sabato, ma tutta la settimana.

"L'evoluzione del progetto è costruire strutture fisse al primo piano, che consentano agli operatori di utilizzare il mercato tutti i giorni", afferma Patrizio Lapenna, responsabile di Confesercenti Vasto, nella conferenza stampa di presentazione del progetto di riqualificazione del piano terra [LEGGI]. 

Attualmente, al piano di sopra, quasi tutti i 52 concessionari popolano la struttura solo di sabato. Le uniche attività aperte tutti i giorni sono quattro: macelleria, salumeria, pescheria (chiusa attualmente a causa del fermo biologico) e vendita di frutta e verdura. I commercianti chiedono di rendere popolata la struttura ogni giorno, perché gli incassi del sabato non bastano a vivere tutto l'anno. E chiedono anche controlli periodici, affinché tutti rispettino le regole. 

Il mercato è di proprietà del Comune, che lo ha affidato in gestione a Confesercenti e Cia, confederazione italiana agricoltori). "Il nostro - spiega Giuseppe Di Filippo, dirigente di Cia Chieti delegato al mercato di Santa Chiara - è un progetto di sviluppo complessivo del mercato per rilanciare il centro storico anche con eventi culturali e tematici".

Le interviste video a Lapenna e Di Filippo:

Guarda il video

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti


Video - "Mercato coperto sarà un centro di aggregazione"

Intervista a Patrizio Lapenna (Confesercenti) e Giuseppe Di Filippo (Cia)

Intervista di Michele D'Annunzio - Riprese e montaggio di Nicola Cinquina



 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi