Si costituisce dopo aver accoltellato marito e moglie a Punta Penna: 34enne in carcere - L’intervento di un altra persona evita gravi conseguenze
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


9 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 03/09/2019

Si costituisce dopo aver accoltellato marito e moglie a Punta Penna: 34enne in carcere

L’intervento di un altra persona evita gravi conseguenze

E' stato arrestato in flagranza di reato e trasferito nella notte in carcere il 34enne di Vasto, D.A. le sue iniziali, che ieri ha accoltellato due coniugi a Punta Penna. L'uomo, già noto alle forze dell'ordine, "intorno alle 18.40 circa, in località Pennaluce, a seguito di una discussione per futili motivi, colpiva con un coltello a serramanico i coniugi R.A., classe ‘59, e F.R. ,classe ’64 - spiega il tenente Luca D'Ambrosio, comandante del Norm di Vasto - . L’intervento di un cittadino, che si frapponeva tra il D. A. e la coppia vastese, impediva che il gesto potesse portare a ben più gravi conseguenze".

I coniugi sono stati trasportati tempestivamente al Pronto Soccorso del San Pio dal personale del 118. L'uomo aveva ferite giudicate guaribili in 10 giorni mentre la donna oggi sarà sottoposta ad un intervento chirurgico per le ferite subite agli arti superiori. Per lei la prognosi è di 25 giorni.

Il 34enne autore del gesto, nella serata, si è consegnato spontaneamente ai carabinieri presentandosi nella caserma di piazza Dalla Chiesa. Dopo le formalità di rito è stato portato nei militari nella casa circondariale di Vasto a disposizione dell'autorità giudiziaria. Dovrà rispondere dell'accusa di tentato omicidio

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi