"Sull’Istonia sta cedendo il terreno ai margini della strada. Chi monitora i pericoli?" - La segnalazione
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


4 giugno 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   L'angolo dei lettori 03/09/2019

"Sull’Istonia sta cedendo il terreno ai margini della strada. Chi monitora i pericoli?"

La segnalazione

Vasto: il cedimento del terreno ai margini della strada provinciale Istonia, nel tratto Vasto-Vasto MarinaIl terreno sta progressivamente cedendo ai margini dell'Istonia, la strada provinciale che collega Vasto città alla riviera. A segnalarlo a Zonalocale è Armando Aganippe, imprenditore commerciale di Vasto Marina. 

Appena al di fuori dell'asfalto il livello del terreno sta calando e, con esso, rischia di cedere anche un pezzo di guardrail, i cui sostegni ormai sono scoperti. Un analogo smottamento si era verificato, negli anni scorsi, all'altezza della doppia curva che si trova a metà del tracciato, tant'è che, per oltre un anno, erano rimasti i birilli a delimitare il restringimento di carreggiata.

Ora sono gli automobilisti che percorrono giornalmente la trafficata strada che conduce a Vasto Marina a preoccuparsi per questo cedimento avvenuto sulla corsia nord, nel tratto compreso tra l'incrocio con via Parco Muro delle Lame e l'intersezione con via Magnacervo. 

"È possibile - è l'amara constatazione di Aganippe - che debba essere sempre un qualunque cittadino a segnalare situazioni di pericolo come questo agli organi competenti che, invece, dovrebbero monitorare costantemente strade come questa?".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi