Tra sorrisi, emozione e occhi lucidi il saluto a Lorenzo Bruni e il benvenuto a Francesca Perfido - In municipio la cerimonia organizzata dall’Anmi
 
Vasto   Attualità 31/08

Tra sorrisi, emozione e occhi lucidi il saluto a Lorenzo Bruni e il benvenuto a Francesca Perfido

In municipio la cerimonia organizzata dall’Anmi

Vasto: foto di gruppo al termine della cerimonia in municipioQuando si lascia un buon ricordo, le cerimonie di saluto diventano di ringraziamento. Dopo il passaggio di consegne ufficiale di ieri [LEGGI], oggi il tenente di vascello Lorenzo Bruni e la sua pari grado Francesca Perfido, nuova comandante del porto di Vasto, si sono passati il testimone nell'aula Vennitti del Consiglio comunale di Vasto, dove hanno ricevuto, rispettivamente, il saluto e il benvenuto dell'amministrazione comunale e dell'Anmi, associazione nazionale marinai d'Italia, con il presidente Luca Di Donato a fare gli onori di casa e i ringraziamenti sentiti, insieme alle altre sezioni locali delle associazioni combattentistiche e d'arma e delle forze dell'ordine in congedo. 

Bruni emozionato, a tratti commosso: "Ho trovato in tutti voi una forza invidiabile, senza pari. Le associazioni combattentistiche e d'armi sono state un riferimento costante, sono convinto che riuscirete sempre ad esserlo. Posso dire che la Marina a Vasto è sempre presente. Il mio non è un addio. Sicuramente tornerò in questa splendida città e in questa regione altrettanto splendida, che ho imparato a conoscere. È un arrivederci. Non è una promessa da marinaio".

La comandante Perfido dice di aver trovato "una realtà attiva e poliedrica, che mi incoraggia a proseguire la rotta tracciata dal mio predecessore". Promette di coltivare "gli ottimi rapporti che il mio predecessore ha instaurato per raggiungere obiettivi sempre più prestigiosi al fianco di ognuno di voi".

Il sindaco, Francesco Menna, ringrazia il tenente di vascello Bruni: "Voglio ricordare l'impegno per il salvamento su tutto il litorale e la lotta a tutti quei soggetti che sversano sostanze inquinanti, o a coloro che sversano liquami senza reti fognarie. In questo il comandante, insieme al Comune, ha lavorato tanto. Volendo parafrasare ciò di cui si discute anche in questi giorni, ossia del concerto, questo giovanotto, non mi riferisco a Jovanotti - ironizza il primo cittadino - ha sfiorato la perfezione". 

Guarda le foto

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi