Graziana Di Florio: "Cattivi odori conosciuti a Cupello da 20 anni. Nessuno è venuto a segnalarmelo" - La posizione del primo cittadino
 
Cupello   Ambiente 30/08

Graziana Di Florio: "Cattivi odori conosciuti a Cupello da 20 anni. Nessuno è venuto a segnalarmelo"

La posizione del primo cittadino

Graziana Di Florio in consiglio comunale"Cattivi odori ben conosciuti da 20 anni, nessun cittadino venuto in Comune a protestare e puzza che arriva dall'eccedenza del rifiuto organico": il sindaco di Cupello, Graziana Di Florio, interviene sulle segnalazioni e sul conseguente dibattito sulla qualità dell'aria.

Nei giorni scorsi, il gruppo d'opposizione Insieme per Cupello e la parlamentare del M5S, Carmela Grippa, sono tornati a sollecitare l'installazione delle colonnine Arta [LEGGI]; sull'argomento il sindaco di Monteodorisio, Catia di Fabio, incontrerà prossimamente il direttore dell'Arta, Francesco Chiavaroli.

"Chi risiede a Cupello – dice la Di Florio – sa che da venti anni, in determinati periodi dell’anno e al variare dei venti c’è la possibilità di avvertire particolari olezzi. Il problema, dunque, non è né di oggi né di ieri né dell’altro ieri. Chi pensa che il sindaco di Cupello viva in una riserva indiana e non abbia preoccupazioni, prima per la salute di tutti i suoi cittadini e poi, se permettete, anche dei propri familiari, non sa ciò che afferma e, soprattutto, non fornisce alcuna fattiva collaborazione alla eventuale soluzione del problema".

"I tecnici, chi ha determinata e notevole competenza sul tema, ci hanno più volte spiegato che a emettere cattivi odori non è lo sversamento dei rifiuti tal quali nelle vasche, poiché questo, prima, viene trattato, ma l'eccedenza del rifiuto organico da trattare, che durante il periodo estivo non solo aumenta, ma risulta anche essere più umido".

"Mi dispiace, tuttavia, leggere  sempre che qualche presunto cittadino di Cupello, privo di distinzione di sorta, avverte svariati e gravi sintomi, senza che sia mai venuto da me in Comune a darmi tale testimonianza. Anzi, se esiste, lo invito a farlo immediatamente. Ciò per dire che questa amministrazione non ha nessuna intenzione di minimizzare né di occultare alcunché. È noto a tutti che i controlli di Arta e Noe sono pressoché quotidiani. La zona è costantemente sottocontrollo".

"Quanto a quella che sembrerebbe la ricetta magica, la panacea di tutti i mali, le colonnine, ricordiamo che in campagna elettorale ne abbiamo promesso l’istallazione. Ma le colonnine, sia chiaro, hanno il compito di rilevare ciò che si avverte da anni, non di eliminarlo. È compito di chi amministra , di chi si oppone e anche di chi vuole esprimere libere opinioni di non fare confusione, di non alimentare allarmismi che, in questo caso, non sono mai inutili, ma vivaddio devono essere suffragate da certezze acquisite e certiificate da chi opera professionalmente nel settore".

"Il sindaco di Cupello resta assolutamente vigile sul tema, sapendo distinguere ciò che sentiamo da circa 20 anni, da situazioni di immediato e grave pericolo, situazioni per le quali nulla possiamo se non segnalarle a chi di competenza e, in particolar modo, alle autorità sovraordinate. Questa è fiducia nelle istituzioni".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi