Puzza dal Civeta, il sindaco di Monteodorisio incontrerà il direttore dell’Arta - "Situazione costantemente monitorata"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


16 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Monteodorisio   Ambiente 29/08/2019

Puzza dal Civeta, il sindaco di Monteodorisio incontrerà il direttore dell’Arta

"Situazione costantemente monitorata"

Il sindaco di Monteodorisio incontrerà il direttore dell'Arta Francesco Chiavaroli per parlare dei cattivi odori di rifiuti provenienti dal Civeta che, a più riprese, tornano a disturbare la tranquillità dei cittadini così come nella vicina Cupello [LEGGI]. Sul tema il gruppo d'opposizione Insieme per Cupello e la parlamentare Carmela Grippa sono tornati a chiedere l'installazione di centraline di monitoraggio della qualità dell'aria [LEGGI].

Tornando a Monteodorisio, il primo cittadino Catia Di Fabio incontrerà il direttore dell'Arta il prossimo 3 settembre "per una analisi della situazione perché vogliamo spiegazioni, vogliamo sapere cosa respiriamo e cosa possiamo fare concretamente per risolvere le problematiche emerse. Il direttore dell’Arta, Francesco Chiavaroli, lo abbiamo incontrato durante un sopralluogo in occasione di uno degli incendi dei mesi scorsi. La preoccupazione per la salute e per l’aria che respiriamo è la prima preoccupazione di un sindaco, e gli atti che abbiamo prodotto dimostrano che Nuovo Agire, ha già preso in carico il problema. Io non mi arrendo e ho detto chiaramente ai miei concittadini che voglio monitorare questa situazione e sono pronta a farlo sempre".

"Come amministrazione comunale di Monteodorisio – ricorda anche il sindaco – ci siamo insediati da appena tre mesi e la prima preoccupazione che abbiamo avuto è stata quella del Civeta. Il controllo, gli incontri e le proposte sul Civeta sono state molteplici e la situazione è stata costantemente monitorata". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi