Finti sordomuti chiedono donazioni in centro a Vasto: un denunciato per tentata truffa - In azione polizia e carabinieri
CHIUDI [X]
 
Vasto   Cronaca 28/08

Finti sordomuti chiedono donazioni in centro a Vasto: un denunciato per tentata truffa

In azione polizia e carabinieri

In quattro da qualche giorno simulando invalidità inesistenti, si spacciavano per volontari di associazioni benefiche e traendo così in inganno i passanti, li inducevano a versare nelle loro mani somme varie di denaro [LEGGI]. La presenza dei finti volontari non era passata inosservata e da giorni si rincorrevano le segnalazioni sulla pagina Facebook "Il cittadino segnala - Vasto".

Il personale della squadra volante del commissariato di polizia di Vasto nella serata di ieri è intervenuta nel centro storico di Vasto riuscendo a fermare uno degli uomini del gruppo, il quale portando una cartellina rossa esibiva ai passanti documenti da firmare e simulandosi sordomuto chiedeva soldi a favore di una inesistente associazione.

"Un cittadino – spiega il commissariato vastese – riferiva che, i complici alla vista del personale di polizia, si davano alla fuga a bordo di autovettura con targa rumena. L'uomo L.G. di anni 20, di nazionalità rumena e senza fissa dimora, veniva accompagnato in commissariato per un'esatta identificazione. Risultato privo di pregiudizi penali, verrà denunciato in stato di libertà per tentata truffa in concorso. I complici, rimasti in centro in attesa delle sorti del loro connazionale, trattenuto nei locali della Polizia di Stato, venivano successivamente individuati da una pattuglia dei carabinieri, con i quali è costante la collaborazione. La Polizia di Stato raccomanda ai cittadini di avere particolare attenzione nel dare somme di denaro per scopi benefici e di prediligere organismi nazionali o internazionali riconosciuti, attraverso canali sicuri o nell'ambito di iniziative in precedenza pubblicizzate ovvero favorire associazioni o enti locali rappresentati da persone conosciute".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi