Rubinetti a secco, la Sasi promette: "Tecnici al lavoro, domani il ritorno alla normalità" - Quartieri senz’acqua da due giorni
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


31 maggio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 23/08/2019

Rubinetti a secco, la Sasi promette: "Tecnici al lavoro, domani il ritorno alla normalità"

Quartieri senz’acqua da due giorni

Tecnici al lavoro senza sosta per assicurare il ritorno alla normalità nell'erogazione dell'acqua nel territorio. È quanti assicura la Sasi dopo le proteste dei cittadini di Vasto e San Salvo che in alcuni casi sono alle prese con i rubinetti a secco da due giorni [LEGGI]. L'ente promette che domani si tornerà alla normalità, ma senza dare indicazioni orarie.

"A causa della riparazione conseguente alla rottura dell’adduttrice est due giorni fa – spiega una nota stampa – Vasto continua a patire la mancanza di acqua. I tecnici della Sasi stanno lavorando senza sosta per cercare di ridurre i disagi. Sono consapevoli delle difficoltà specie di alcuni quartieri ancora con i rubinetti a secco, ma ci sono tempi necessari a riempire i serbatoi. Stanno effettuando una serie di manovre specifiche per garantire l’erogazione della fornitura. Domani si tornerà alla normalità".

La speranza è che gli interventi assicurino l'acqua anche nella vicina San Salvo che si trova nella stessa situazione. Nel frattempo, sono numerosi i cittadini che propongono una class action.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi