Riaperto il km 5 tra Castiglione Messer Marino e Montazzoli, "Tratto strategico per i lavoratori" - Ieri mattina il taglio del nastro
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


11 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Riaperto il km 5 tra Castiglione Messer Marino e Montazzoli, "Tratto strategico per i lavoratori"

Ieri mattina il taglio del nastro

È stato riaperto al traffico dopo poco più di due mesi il tratto tra Castiglione Messer Marino e Montazzoli della Sp 152. I lavori al km 5 di questa strada erano iniziati a metà giugno per sanare le criticità causate da una delle frane storiche dell'Alto Vastese facendo temere una lunga paralisi del traffico soprattutto per i lavoratori della Val di Sangro.

Ieri mattina, il presidente della Provincia di Chieti Mario Pupillo, l'assessore con delega alla Viabilità del Vastese, Vincenzo Sputore, e il vicepresidente Arturo Scopino hanno raggiunto il km 5 per tagliare il nastro che suggella la riapertura a senso unico alternato. I lavori infatti continuano, ma la strada sarà ugualemente percorribile; le limitazioni (divieto di transito ai mezzi superiori alle 3,5 tonnellate) resteranno in vigore per permettere la conclusione degli interventi.
Presenti ieri anche i sindaci di Castiglione, Felice Magnacca, e quello di Schiavi d'Abruzzo, Luciano Piluso.

"Si tratta di un nodo strategico – commenta Sputore – per le persone che vanno a lavorare in val di Sangro. Dopo la riapertura, abbiamo fatto un sopralluogo sulle altre strade che già in parte usufruiranno degli interventi finanziati dal masterplan (il Comune di Schiavi è la stazione appaltante di lavori per 4,5 milioni di euro per le Provinciali dell'Alto Vastese, ndr) e per alle quali destineremo altri importanti fondi".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi