"Mimì incontra Lucio", emozioni nell’omaggio a tre grandi della musica italiana - Musica, teatro e danza. Matteucci e Galatone ospiti d’onore
CHIUDI [X]
 
Vasto   Musica 15/08

"Mimì incontra Lucio", emozioni nell’omaggio a tre grandi della musica italiana

Musica, teatro e danza. Matteucci e Galatone ospiti d’onore

foto di Costanzo D'AngeloSerata all’insegna delle emozioni quella del 10 agosto nell’incantevole cornice del palazzo D’Avalos di Vasto con lo spettacolo Mimì incontra Lucio, spettacolo nato da un'idea di Giorgio Goglione, i cui spunti artistici divengono sempre momenti da ricordare. Il numeroso pubblico è stato conquistato dai maggiori successi di tre artisti che hanno segnato la storia della musica italiana, Mia Martini, Lucio Dalla e Lucio Battisti e dai coinvolgenti testi e coreografie che li hanno accompagnati.

Ad aprire la serata, inserita nel cartellone della rassegna “Musiche in cortile” di Muzak eventi, sono stati gli allievi della scuola Spazio Danza di Vasto diretti dall’insegnante Mariateresa Minicucci. Poi un susseguirsi di celebri canzoni interpretate dai cantanti Giorgio Goglione ed Elvira Mucilli con grande partecipazione del pubblico in brani come “Minuetto” di Mia Martini, “Attenti al lupo” di Dalla e “Un’avventura” di Battisti.

La scena è stata arricchita dalla storia, scritta da Francesca Di Nunzio, egregiamente interpretata dai due attori Raffaele Riccio e Mario Capodaglio che parlava di un amore impossibile svelato sulle note della famosa “Caruso”. Hanno fatto da cornice alle musiche e ai testi le meravigliose coreografie realizzate e ballate da Donatella Colantonio e Stefania Catalano insieme ai ballerini Francesca Palermo e Simone Serafino.

Molto attesi dal pubblico i due ospiti d’eccezione Graziano Galatone e Vittorio Matteucci, conosciuti per interpretare Febo e Frollo in “Notre Dame de Paris”. Momenti di immensa commozione durante la “Sera dei miracoli” e “Io vorrei, non vorrei, ma se vuoi” cantate da un intenso Vittorio Matteucci. Grande capacità di coinvolgere gli spettatori quella di Graziano Galatone sulle note di canzoni come “Il tempo di morire” e la “Canzone del sole”.

Il finale è stato un crescendo di emozioni con il brano “Bella” di “Notre Dame di Paris” che ha letteralmente incantato la platea.

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi