Mandato di arresto della Germania per traffico di droga, 39enne fermato a Vasto - Fermato sull’A14 dalla polizia stradale. Avviate le procedure di estradizione
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


2 giugno 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 14/08/2019

Mandato di arresto della Germania per traffico di droga, 39enne fermato a Vasto

Fermato sull’A14 dalla polizia stradale. Avviate le procedure di estradizione

Gli agenti davanti al camion fermato sull'A14Ricercato in Germania perché accusato di traffico internazionale di droga, trentanovenne italiano viene arrestato sull'A14 dai poliziotti della stradale di Vasto.

È successo ieri, durante i controlli, intensificati nel periodo più trafficato dell'estate, sul tratto di competenza della Sottosezione di Vasto sud. Gli agenti, diretti dal vice questore Fabio Polichetti, comandante provinciale, e coordinati dall'ispettore Luca Di Paolo, hanno fermato, nei pressi del casello autostradale, un autoarticolato che trasportava prodotti alimentari. 

"Durante le fasi del controllo - spiega una nota della polstrada - gli operatori di polizia notavano che l’autista del veicolo assumeva atteggiamenti sospetti e per tali motivi approfondivano i controlli e, anche con l’ausilio del personale della Squadra di Polizia Giudiziaria intervenuto sul posto, scoprivano che lo stesso  risultava essere colpito da un mandato di arresto europeo ai fini dell’estradizione emesso dalla Germania in quanto si era reso responsabile di traffico internazionale di sostanze stupefacenti.-

L’uomo, di nazionalità italiana, di 39 anni, veniva condotto negli Uffici della Sottosezione di Vasto e dopo ulteriori accertamenti e la compiuta identificazione dell’arrestato, veniva associato presso la Casa Circondariale di Vasto a disposizione dell’autorità giudiziaria competente per  la procedura dell’estradizione".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi