Jova Beach, Prefetto in Procura: "Non è il tempo delle dichiarazioni, è il tempo delle azioni" - Il Jova Beach Party annullato a Vasto al centro dell’attenzione
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


29 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 12/08/2019

Jova Beach, Prefetto in Procura: "Non è il tempo delle dichiarazioni, è il tempo delle azioni"

Il Jova Beach Party annullato a Vasto al centro dell’attenzione

"Non è il tempo delle dichiarazioni, è il tempo delle azioni". Questo il telegrafico commento del Prefetto di Chieti, Giacomo Barbato, all'arrivo questa mattina nel palazzo di Giustizia di Vasto. Accompagnato dal colonnello Florimondo Forleo, comandante provinciale dei carabinieri di Chieti, Barbato ha incontrato il procuratore della Repubblica Giampiero Di Florio. Sono stati consegnati documenti relativi al concerto in un colloquio con il procuratore durato oltre un'ora. 

All'uscita Barbato non ha rilasciato dichiarazioni ma si è limitato a dire che "tutte le risposte che cercate sono sul sito della Prefettura", dove sono stati pubblicati i verbali delle sedute degli organi che hanno portato all'annullamento del concerto [CLICCA QUI].

Ancora incontri a Chieti - Intanto questa mattina, in Prefettura, si è riunita la commissione provinciale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo, come da indicazioni della precedente seduta. Alla presenza di dirigenti e tecnici del Comune e dei tecnici della Trident sono stati riesaminati nuovamente aspetti riguardanti il concerto in calendario per il 17 agosto e oramai annullato, come da indicazioni della società organizzatrice. La seduta è stata poi riaggiornata al prossimo 14 agosto. 

Gli strascichi giudiziari. Acquisito ormai l'annullamento della tappa vastese, con le comunicazioni riguardanti rimborsi e nuove possibili date [LEGGI], questo evento (che non si svolgerà) porterà con sé inevitabili strascichi giudiziari. Lo aveva fatto intendere Maurizio Salvadori, ad della Trident, e lo si intende anche dalle parole del sindaco Francesco Menna che ricorda come "ho avuto notizia di tre informative di reato nei miei confronti, di cui però non conosco il contenuto. I carabinieri sono venuti tre volte nel mio ufficio per acquisire atti, il 17 e 23 luglio e il 2 agosto, ci sono stati 4 esposti della SOA, 1 del Wwf, uno di Stefano Moretti e c'è anche l'interrogazione parlamentare del senatore Castaldi". Intanto lui, come già aveva annunciato, ribadisce di "stare lavorando con il legali per la presentazione di esposti nei confronti degli ambientalisti valutando le diverse ipotesi di reato".

Guarda il video

di Giuseppe Ritucci (g.ritucci@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti


Video - Jova Beach Party, il Prefetto in Procura

Il Prefetto di Chieti in Procura per il Jova Beach Party - Servizio di Giuseppe Ritucci - Immagini e montaggio di Nicola Cinquina



 

    Annunci di Lavoro


      Chiudi
      Chiudi