Jova Beach Party: "Ci sia massimo sforzo perchè l’evento si tenga a Vasto" - Gli interventi di Corvino (Vasto in Centro) ed Erasmi (Confesercenti)
 
Vasto   Eventi 06/08

Jova Beach Party: "Ci sia massimo sforzo perchè l’evento si tenga a Vasto"

Gli interventi di Corvino (Vasto in Centro) ed Erasmi (Confesercenti)

"Il Consorzio Vasto in Centro, condividendo quanto già espresso nei giorni scorsi dai presidenti di Confesercenti e del Consorzio Vivere Vasto Marina in merito al Jova Beach Party, esorta tutte le Istituzioni responsabili dell’organizzazione a compiere il massimo sforzo possibile per realizzare tutte le condizioni di sicurezza, nel rispetto dell'ambiente, affinché l'evento possa tenersi qui come programmato". Marco Corvino, presidente del Consorzio, esprime così il pensiero dell'associazione che riunisce esercenti e commercianti del centro storico.

"Non solo per il danno che un impegno non rispettato comporterebbe all'immagine della città e alla sua economia, considerando che questa occasione se fallita sarebbe molto probabilmente irripetibile. Ma anche e soprattutto perché alla nostra città non mancano la bellezza, l'entusiasmo e la vocazione culturale per fare da sfondo e da protagonista di un grande evento musicale, come è già accaduto in passato. Questa sfida può e deve essere vinta, per i vastesi, per i turisti, per i commercianti e per chi ha a cuore Vasto".

Anche il presidente regionale di Confesercenti, Daniele Erasmi, è intervenuto sull'argomento. "Le istituzioni mettano in campo tutti gli sforzi possibili per far sì che il Jova Beach Party si tenga in sicurezza e nel rispetto dell’ambiente. Perdere una manifestazione così importante avrebbe ripercussioni negative sul comparto nell’intera regione.

Giunti ormai a pochi giorni dall’evento, si rende sempre più difficile il trasferimento del concerto in un’altra località della costa abruzzese nonostante gli sforzi apprezzabili di diversi amministratori locali – sottolinea Erasmi – e non tenere il concerto a Vasto vorrebbe dire, semplicemente, annullare la tappa abruzzese. Il Jova Beach Party ha tuttavia mosso un numero rilevante di persone che, in altissima stagione, arriverà nella nostra regione, con un movimento economico stimato almeno in 3 milioni di euro per hotel e pubblici esercizi. La stagione estiva 2019, che paga un prezzo altissimo al maltempo ed alla indebolita capacità di spesa delle famiglie, non può assolutamente permettersi il lusso di perdere una opportunità di questo livello. Per questa ragione lanciamo un appello a tutte le istituzioni in campo: facciano ogni sforzo per garantire una bella giornata di turismo e musica in sicurezza".

La parola ora passa alla Commissizione provinciale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo che, mercoledì 7 agosto, è chiamata a valutare il piano di sicurezza presentato dagli organizzatori e dare una risposta sul Jova Beach Party a Vasto Marina.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi