"Il comandante fa causa al Comune: minato il rapporto di fiducia" - Avanti Vasto: "Approvare nuovo regolamento e affrontare i malumori degli agenti"
CHIUDI [X]
 
Vasto   Politica 30/07

"Il comandante fa causa al Comune: minato il rapporto di fiducia"

Avanti Vasto: "Approvare nuovo regolamento e affrontare i malumori degli agenti"

Luigi Rampa (Avanti Vasto)"Ci chiediamo se sia opportuno, confermare o riconoscere un ruolo di rilievo all'interno dell'ente a dipendenti che scelgono strade a nostro avviso che minano alla base un corretto rapporto di fiducia".

La lista civica di ispirazione socialista, di cui è coordinatore Luigi Rampa, prende spunto da una notizia riguardante il comandante della polizia locale di Vasto, tenente Giuseppe Del Moro, che "ha intentato, a leggere la stampa, una causa al Comune di Vasto, per il riconoscimento, a suo dire, del grado di maggiore e al pagamento delle differenze retributive spettanti, a partire dal 2015, anno in cui gli viene attribuito il ruolo, che avrebbe dovuto ricoprire il tempo necessario per l'espletamento del concorso per il nuovo comandante". Una vertenza in cui "il Comune di Vasto ha deciso di costituirsi in giudizio 'per contrastare la pretesa del ricorrente'".

"Non intendiamo entrate nel merito della controversia, ormai la questione sarà risolta dal giudice del lavoro.
Riteniamo però doveroso sottolineare alcune questioni che a nostro avviso devono essere affrontate dal punto di vista strettamente politico e che non possono più essere rimandate.
Primo aspetto: il regolamento della polizia locale in vigore, che è stato già oggetto in ben due Consigli comunali, di mozioni e impegni di approvazione di un nuovo regolamento che rispetti la legge e il contratto nazionale del lavoro.
La consigliera Molino, presidente della commissione Affari Generali, ha già in programma la convocazione, così come deliberato dal consiglio, per l'esame della bozza di regolamento e l'audizione delle sigle sindacali per approvare un regolamento il più condiviso possibile.
Secondo aspetto: i rapporti e il clima all'interno del corpo della polizia locale.
Continuano a giungere voci di lamentele e malumori da parte degli agenti e dei tenenti del corpo, in merito alla conduzione dell'organizzazione e dei compiti affidati dal comandante. E' un argomento che non può più essere rimandato.
Auspichiamo che il nuovo dirigente, visto l'avvicendamento per ragioni di pensionamento del dirigente attuale, abbia la volontà di affrontare la questione.  
Ultimo, ma non meno importante, aspetto: il rapporto di fiducia tra l'amministrazione e un dipendente che intenta causa con l'ente.
Ci chiediamo se sia opportuno, confermare o riconoscere un ruolo di rilievo all'interno dell'ente a dipendenti che scelgono strade a nostro avviso che minano alla base un corretto rapporto di fiducia.
Senza dimenticare che proprio in questi giorni, la Giunta sta per approvare, se non l'ha fatto nell'ultima seduta, il nuovo regolamento sui criteri delle assegnazioni delle posizioni organizzative e il relativo bando, interno, per l'individuazione dei dipendenti idonei a ricoprire tale ruolo. Ovviamente saranno i dirigenti a scegliere, in base ai requisiti dei dipendenti che risponderanno al bando, le nuove Posizioni Organizzative, compresa quella della polizia locale. Chiediamo solo - conclude Avanti Vasto - sia fatta una valutazione attenta anche sulle questioni da noi sollevate".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi