CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


30 luglio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 27/07/2019

Grandine, richieste di risarcimento danni: nell’ultimo giorno si blocca la Pec del Comune

Problemi per coloro che ieri hanno mandato i documenti: "Valga la data di invio"

Un problema alla posta elettronica certificata del Comune mette a rischio le richieste di risarcimento danni causati dalla grandinata del 10 luglio. "La casella Pec del Comune di Vasto rimanda indietro le mail", ha raccontato ieri pomeriggio a Zonalocale la commercialista Elisabetta Lastoria, impegnata nella presentazione, per conto di alcuni cittadini, della documentrazione riguardante la ricognizione dei danni causati dalla devastante ondata di grandine che, il 10 luglio, si è abbattuta sulla costa adriatica, danneggiando case, campagne, attività commerciali e automobili.

Dopo la proroga, ieri era l'ultimo giorno utile per inviare i documenti. "Non tutti i cittadini - sottolinea la commercialista - hanno la possibilità di consegnare personalmente la domanda in municipio" dove, nei giorni scorsi, le code di persone in fila con le carte in mano arrivavano ben al di fuori del portone d'ingresso degli uffici del piano terra. "Bisogna mettere tutti nelle condizioni di presentare la necessaria documentazione. Chiediamo che faccia fede la data di invio delle mail, al di là dei problemi verificatisi nella ricezione nella casella di posta elettronica certificata del Comune".

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi