Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


4 marzo 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Politica 27/07/2019

"A Vasto rubinetti a secco, colpa dei sindaci del Pd"

La polemica di 5 consiglieri comunali di centrodestra

"Vasto è a secco. E dove sarebbe la novità? Dopo dieci anni di Lapenna e tre di Menna aumentano i buchi, di bilancio e sulle strade, mentre la rete idrica è diventata un colabrodo disperdendo acqua a volontà". Anche sull'annosa carenza idrica i consiglieri comunali Alessandra Cappa (Lega), Davide D'Alessandro (Lega), Alessandro d'Elisa (gruppo misto), Guido Giangiacomo (Forza Italia), Edmondo Laudazi (Il Nuovo Faro), Francesco Prospero (Fratelli d'Italia) e Vincenzo Suriani (Fratelli d'Italia).

"Eppure, la vera novità è un'altra. Il sindaco e alcuni suoi fedeli scoprono che la Sasi non funziona, che Vasto sarebbe stata lasciata sola, che molti cittadini minacciano di non pagare le bollette. Sapete chi guida da anni la Sasi? Gianfranco Basterebbe, il mandatario elettorale dell'ultima campagna elettorale di Menna e compagni. Sapete da chi è stato recentemente confermato? Dai voti determinanti dei sindaci del Pd, Menna in testa. Invece di lamentarsi inutilmente, perché non ne chiede le dimissioni immediate? E dov'è finito il Presidente Anci regionale, tal Lapenna che, a detta di Menna, avrebbe portato benefici alla nostra città? Oggi Menna si sente solo. Certo, è stato abbandonato dai suoi compagnucci che lo ritengono inadeguato a gestire una città così  complessa. Vasto è a secco per colpa di tutti questi signori che tentano di orientare altrove le responsabilità. Con questi signori, è più facile che venga Jovanotti, piuttosto che torni l'acqua".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi