Parcheggi a pagamento, sui cartelli tariffe più basse da quelle reali. Barisano: "Saranno cambiati" - Il caso
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


8 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 24/07/2019

Parcheggi a pagamento, sui cartelli tariffe più basse da quelle reali. Barisano: "Saranno cambiati"

Il caso

Vasto Marina: cartello con tariffe non aggiornate

Sui cartelli sono segnate delle tariffe ma, quando l'automobilista ritira il tagliando dal parcometro, scopre che i prezzi sono più alti. Il problema è che le tabelle sono vecchie e il prezziario è cambiato agli inizi di luglio.

Ancora lamentele a Vasto per i parcheggi a pagamento. Negli ultimi giorni, tre segnalazioni sono giunte a Zonalocale. Automobilisti che leggono le tariffe da 50 centisimi prima ora e altrettanti per la seconda e poi, per due ore, si vedono emettere uno scontrino da un euro e 50.

La ragione sta nel fatto che "sono i cartelli vecchi", spiega Gabriele Barisano, assessore alla Viabilità del Comune di Vasto. "L'impresa che ha vinto l'appalto, la Trotta Bus, li ha ereditati dal precedente gestore. A breve verranno sostituiti. La prossima settimana aprirà anche l'ufficio abbonamenti".

Intanto, per chi non paga o non espone il tagliando, arrivano l'avviso-intimazione di pagamento: chi non mette lo contrino sul parabrezza deve pagare 7 euro, pari all'intera giornata. Alle perplessità di qualche automobilista risponde il comandante della polizia locale, Giuseppe Del Moro: "Gli addetti della società di gestione dei parcheggi possono farlo, perché gli ausiliari del traffico possono irrogare le sanzioni, salvo poi trasmettere a noi i verbali per le necessarie procedure di notifica".

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi