Stop ai conferimenti al Civeta, a Scerni bloccata la raccolta - In altri Comuni si raccoglie ma a costi maggiori
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


9 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Scerni   Attualità 21/07/2019

Stop ai conferimenti al Civeta, a Scerni bloccata la raccolta

In altri Comuni si raccoglie ma a costi maggiori

Non tardano a farsi sentire gli effetti della chiusura temporanea dell'impianto di raccolta dei rifiuti del Civeta, annunciato ieri dal commissario Valerio De Vincentiis [LEGGI]. 

Questa mattina l'amministrazione comunale di Scerni ha comunicato la sospensione temporanea della raccolta. "In merito alla comunicazione di sabato 20 luglio, senza nessun preavviso ulteriore da parte del consorzio Civeta, nella persona del commissario straordinario, motivazione dovuta alla rottura del vaglio all'impianto, vi comunichiamo che domani, lunedì 22/07, non possiamo conferire materiale. Quindi siamo costretti a non esporre il mastello dell'umido non essendoci altre informazioni precise che domani cercheremo di capire. Ci scusiamo per eventuali disagi ma non dipende ne dal gestore ne da questa amministrazione".

In giornata si saprà se la raccolta in altri Comuni subirà delle modifiche- in base al calendario della differenziata - mentre altri Comuni stanno cercando soluzioni alternative per il conferimento, come già accaduto nei mesi scorsi quando il Civeta è rimasto chiuso. Soluzioni che però comportano un maggior esborso rispetto alle tariffe per il conferimento e che, inevitabilmente, andranno a ripercuotersi sulle tasche dei cittadini.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi