Rottura della condotta idrica: diciotto Comuni restano senz’acqua - Tecnici della Sasi al lavoro sull’acquedotto Verde. Il video della perdita
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


21 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 14/07/2019

Rottura della condotta idrica: diciotto Comuni restano senz’acqua

Tecnici della Sasi al lavoro sull’acquedotto Verde. Il video della perdita

La perdita da riparare"Diciotto Comuni sono costretti a subire la mancanza d’acqua dalle 10.00 di oggi, domenica 14 luglio fino alle 8.00 di domani mattina. La sospensione della fornitura idrica si è resa necessaria per un intervento urgente di riparazione sull’Acquedotto Verde, nella tratta Casoli-Scerni-Vasto". A renderlo noto - con una comunicazione pubblicata sul sito internet e diffusa ai Comuni - è la Sasi, la società che gestisce la rete idrica nel territorio. 

"La rottura sulla condotta principale in località Sant’Amico del Comune di Archi, si è verificata a causa dello smottamento del terreno causato dalla pioggia torrenziale di ieri pomeriggio, un nubifragio che ha provocato una serie di danni tra cui alcune frane. Una di queste è la causa del problema serio che si è verificato lungo l’acquedotto principale. I tecnici della Sasi sono a lavoro da alcune ore e assicurano che il servizio sarà ripristinato entro i tempi stabiliti".

I Comuni interessati dal provvedimento di chiusura sono: Altino, Archi, Atessa, Casalbordino, Casoli (località Colle Marco), Cupello, Furci, Gissi, Monteodorisio, Paglieta, Perano, Pollutri, San Buono, San Salvo, Scerni, Torino Di Sangro, Vasto e Villalfonsina.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi