Parcometri vicini alla ciclabile, code sulla pista e ciclisti infastiditi. Barisano: "Li giriamo" - Parcheggi a pagamento, disagi nel fine settimana
 
Vasto   Attualità 09/07

Parcometri vicini alla ciclabile, code sulla pista e ciclisti infastiditi. Barisano: "Li giriamo"

Parcheggi a pagamento, disagi nel fine settimana

Vasto Marina, lungomare Duca degli Abruzzi, domenica 7 luglio 2019: coda davanti a un parcometroSono ancora i parcometri a creare problemi agli automobilisti che parcheggiano sulla riviera di Vasto Marina.

Fino a ieri, non tutti i dispositivi erano funzionanti. Nel fine settimana i turisti sono andati a lamentarsi dai balneatori.

"Un solo parcometro non funziona in lungomare Duca degli Abruzzi: è l'ultimo a sud", conferma Gabriele Barisano, assessore comunale alla Viabilità. "Abbiamo chiesto di ripararlo al più presto. Siamo stati contattati da utenti che non riuscivano a usare i parcometri. Voglio ricordare che bisogna innanzitutto inserire il numero di targa. Se non si digita quello, non è possibile pagare, né ritirare il tagliando".

Vasto Marina, lungomare Duca degli Abruzzi, lunedì 8 luglio 2019: parcometro non funzionanteAlcune colonnine sono state installate ai margini della pista ciclabile di lungomare Duca degli Abruzzi. Questo ha causato disagi domenica scorsa: "I turisti in fila davanti ai parcometri hanno dovuto aspettare il loro turno stazionando sulla pista ciclabile e questo ha indispettito non poco coloro che passavano in bici", racconta Riccardo Alinovi, responsabile locale di Confedilizia. "Abbiamo raccolto molte lamentele. Questa amministrazione - sostiene Alinovi - dimostra, anche stavolta, inesperienza e scarsa competenza. Voglio dire agli assessori alla Viabilità e al Turismo, Barisano e Della Penna: com'è possibile accogliere i turisti in questo modo? I servizi fanno parte dell'accoglienza turistica e a Vasto non sono adeguati".

"I parcometri - dice Barisano - sono stati installati nella zona più prossima ai parcheggi. Il problema di promiscuità con la pista ciclabile riguarda un dispositivo in particolare. Vediamo se è possibile girarlo in modo tale da non intralciare il transito sulla ciclovia. Voglio, però, ribadire che il nostro obiettivo è fare in modo che i parcometri vengano utilizzati il meno possibile e che gli utenti paghino, attraverso il loro cellulare, tramite l'app Easypark".

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi