Bivacchi notturni: la scogliera diventa una discarica. Bagnanti la ripuliscono - Senso civico per combattere l’inciviltà
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


25 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Ambiente 08/07/2019

Bivacchi notturni: la scogliera diventa una discarica. Bagnanti la ripuliscono

Senso civico per combattere l’inciviltà

Vasto Marina, 7 luglio 2019: cittadini volenterosi puliscono la scogliera dai rifiuti lasciati da persone inciviliLa sbronza notturna termina con le bottiglie frantumate sugli scogli e la riva trasformata in discarica. Di fronte a uno scempio del genere, compiuto da ignoti presumibilmente nella notte tra sabato e domenica, alcuni bagnanti ieri pomeriggio hanno rinunciato a un po' di relax e ripulito la scogliera antistante il Monumento alla Bagnante di Vasto Marina.

Uno di questi è Giacomo Delle Donne, che era lì con sua moglie: "Abbiamo affittato - racconta a Zonalocale - l'ombrellone in un lito della parte sud della spiaggia, ma oggi abbiamo deciso di andare al mare in questo posto molto bello, poco a nord della Sirenetta", il nome che, comunemente, i vastesi usano per indicare il Monumento alla Bagnante. "Una spiaggetta piccola, ma bellissima, se non fosse per alcuni incivili, che hanno spaccato decine di bottiglie, rendendo pericolosa la spiaggia. Io e mia moglie abbiamo pulito il grosso dell'immondizia con alcuni ragazzi, che si sono prodigati insieme a noi. C'era di tutto, persino copertoni. Ora è il caso che la Pulchra pulisca in tempi brevi i cocci di bottiglia, che sono pericolosi. Qui serve la videosorveglianza, perché di atti di vandalismo ne possiamo raccontare a decine".

Guarda le foto

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi