Dopo la testa, dal mare riaffiora la pelle di un cinghiale scuoiato - Probabile appartenga allo stesso animale
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


14 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Dopo la testa, dal mare riaffiora la pelle di un cinghiale scuoiato

Probabile appartenga allo stesso animale

La pelle riemersa a MonteneroHa suscitato scalpore, ieri, il ritrovamento in acqua a San Salvo Marina di una testa di suino, probabilmente un cinghiale scuoiato [LEGGI].

Oggi, a un paio di chilometri di distanza, nel tratto della marina di Montenero di Bisaccia è stata trovata, a riva, la pelle. I resti sono stati recuperati e avviati a corretto smaltimento.

Non è escluso che pelle e testa appartengano allo stesso animale. Probabilmente qualcuno ha pensato di disfarsene buttando tali resti in uno dei vicini corsi d'acqua (il Trigno o il Buonanotte si può ipotizzare) e così questi sono arrivati fino alla affollate spiagge. Non un bello spettacolo grazie alla solità inciviltà di qualcuno.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi