Viadotto, petizione di 80 residenti: "Dal 2015 chiediamo limitatori di velocità" - La raccolta firme
 
Vasto   Attualità 04/07

Viadotto, petizione di 80 residenti: "Dal 2015 chiediamo limitatori di velocità"

La raccolta firme

Vasto: il viadotto HistoniumQuattro anni fa. Nel 2015 hanno avviato una battaglia per la messa in sicurezza del viadotto Histonium, il ponte che collega a Vasto l'incrocio di via Conti Ricci con quello di Belvedere Romani. Due aree di Vasto congestionate dal traffico. I residenti del quartiere attorno a via Antonio Bosco e via Nasci, due strade che si intersecano con il viadotto (a poche decine di metri dal cimitero) hanno da tempo raccolto le firme. 

Un abitante della zona, Angelo Pulpo, scrive a Zonalocale "a nome degli ottanta firmatari di una petizione per la collocazione di limitatori di velocità sul viadotto". Tale petizione di cui le allego la prima pagina (e di cui sono pronto a fornirle copia delle altre) è stata protocollata al Comune di Vasto il 24 aprile 2017 e seguiva due altre precedenti richieste del 2015, una presentata da me il 24 settembre ed una presentata dal signor Michele Zinni in data 8 agosto.
Nel corso di questi anni ci sono stati incontri con l’amministrazione comunale che, da ultimo, hanno sortito l’inserimento del viadotto tra le strade pericolose".

Ma ora "è con sommo stupore che apprendiamo che ora si provvederà a mettere in sicurezza altre strade ma non il viadotto.
Ci diranno che magari sarà inserito in un secondo lotto di strade da mettere in sicurezza ma non ci pare proprio il caso di attendere ancora; non sono certo mancati gli incidenti sul viadotto, di cui uno poteva avere conseguenze gravissime per due ragazzine. Cosa dobbiamo aspettare ancora… il morto? Siamo stanchi di non essere presi in considerazione".

Inoltre, "in via Antonio Bosco e in via Nasci risiedono due persone disabili con ridotte capacità motorie che, allo stato delle cose, sono impossibilitate ad attraversare il viadotto, ma anche per una mamma con passeggino attraversare diventa un problema".

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi