D’Elisa: "Il concorso del Comune andava prorogato. Continueremo a dare battaglia" - La polemica: "L’amministrazione non consente a tutti di partecipare"
 
Vasto   Politica 18/06

D’Elisa: "Il concorso del Comune andava prorogato. Continueremo a dare battaglia"

La polemica: "L’amministrazione non consente a tutti di partecipare"

Alessandro d'Elisa"La nostra azione di controllo non finisce qui. Nei prossimi giorni ci saranno ulteriori iniziative, al fine di tutelare ogni singolo cittadino di fronte a tanta discriminazione e poca attenzione". Alessandro d'Elisa, consigliere comumale del gruppo misto, annuncia che il centrodestra continuerà ad incalzare l'amministrazione comunale di Vasto sul concorso per l'assunzione di quattro impiegati.

"L’assessore al Personale del Comune di Vasto Lina Marchesani ed il dottor Toma, dirigente del personale - attacca il vice presidente del Consiglio comunale - non prestano alcun ascolto alle tantissime proteste e lamentele dei cittadini, avendo omesso di prorogare i termini per la partecipazione al concorso per l’assunzione di quattro lavoratori. Tale omissione risulta tanto più inaccettabile, ove si consideri che persino il sindaco Menna e l'assessora Marchesani si erano visti costretti a riconoscere ed ammettere l’erroneità ed incompletezza delbando, asserendo che esso andava esteso anche alle categorie equipollenti.

L'ammissione anche delle categorie equipollenti - scrive d'Elisa in un comunicato - è poi stata formalizzata con la nota di precisazione trasmessa il 6 giugno 2019, (numero di protocollo 32927) dal dirigente del personale del Comune di Vasto, Vincenzo Toma, al direttore del Centro per l’Impiego di Vasto al fine di integrare ed estendere la partecipazione ad altre categorie equipollenti non precisando, però, le macro–classificazioni. Nella considerazione che la scadenza era fissata per il giorno 14 giugno 2019 e che le precisazioni circa l’apertura ad altre classificazioni è stata comunicata al Centro per l'impiego solo in data 6 giugno 2019".

D'Elisa ricorda di aver chiesto "il 14 giugno l’annullamento e, in subordine, la proroga dei termini per consentire  a tutti gli interessati di partecipare in condizioni di parità. L’annullamento in autotutela con l’avvio di un vero e proprio bando di concorso per Categoria C sarebbe la giusta strada, di norma seguita da tutte le amministrazioni trasparenti ed attente, in modo da permettere la partecipazione di tutti gli interessati e l'effettiva selezione delle più appropriate professionalità ed energie che siano idonee a migliorare l'andamento dell'amministrazione.

Secondo l'esponente del centrodestra, l'amministrazione comunale "volontariamente non ha proceduto nemmeno a prorogare i termini, pur essendo cambiate, in corso di selezione, le categorie dei partecipanti; si tratta di una scelta a dir poco irresponsabile ed incomprensibile che pone il Comune di Vasto di fronte ad un grave ed imbarazzante rischio di vedersi impugnata ed eventualmente annullata la selezione avviata, con aggravio di costi ed oneri per l'Ente e con la certa dilatazione dei tempi di assunzione".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi