Iniziano i lavori sulla frana storica, Sp 152 chiusa per 3 mesi. Si cercano alternative per i bus - Felice Magnacca: "Sacrificio necessario"
 

Iniziano i lavori sulla frana storica, Sp 152 chiusa per 3 mesi. Si cercano alternative per i bus

Felice Magnacca: "Sacrificio necessario"

La vecchia Istonia (foto ecoaltomolise.net)Iniziano i lavori su uno dei dissesti storici dell'Alto Vastese: da domani 13 giugno al 13 settembre prossimo la Sp 152 Castiglione Messer Marino - Crocetta di Colledimezzo chiuderà per permettere la sistemazione della frana al chilometro 5+000

L'intervento dovrebbe definitivamente sanare una situazione che si protrae da tempo immemore e che a ogni ondata di maltempo peggiora (è una delle frane storiche visitate in tour da Luciano D'Alfonso, LEGGI); l'ultima volta fu quasi nove anni fa, quando la frana portò via tutta la carreggiata. In seguito, la strada fu riaperta in attesa degli interventi risolutivi.

La speranza di vedere finalmente quest'importante via di comunicazione in piena sicurezza però cozza con il trasporto degli operai in Val di Sangro che da domani molto probabilmente vedranno lievitare i tempi di percorrenza. La buona notizia deve infatti fare i conti con il ponte "Sente" chiuso (sarebbe stata questa l'alternativa) e la vecchia Istonia non percorribile da mezzi pesanti e autobus. Le alternative sarebbero due: raggiungere la "Trignina" per poi imboccare l'A14 per raggiungere la Val di Sangro o sostituire gli autobus con dei minibus per i quali il passaggio è consentito. La vecchia Istonia è di competenza delle Province di Chieti e Isernia; quest'ultima a breve tornerà al voto ed è difficile pensare che qualche dirigente si prenda la responsabilità di consentire il traffico a mezzi pesanti su una strada fortemente colpita dal dissesto.

Per il sindaco di Castiglione Messer Marino, uno dei comuni ormai abituato a far i conti con il caos viabilità, la notizia pur se arrivata con poco preavviso (l'ordinanza è di oggi) è positiva e qualche sacrificio è necessario.

Felice Magnacca"Non vedo tutti questi problemi – dice Felice Magnacca a zonalocale.it – Finalmente partono gli attesi lavori su questa strada, li aspettavamo da tanti anni. Ci sarà da fare qualche sacrificio, ma la scelta di iniziare ora i lavori non è casuale: non ci saranno alunni che viaggiano per raggiungere le scuole, il tempo durante il quale i lavoratori subiranno il disagio sarà comunque ridotto anche dalle ferie e, soprattutto, non ci dovrebbero essere ritardi legati al maltempo. Domani con i tecnici della Provincia effettueremo un sopralluogo, così vedremo anche qual è la soluzione ottimale per il trasporto dei lavoratori".

"Il progetto per il Ponte Sente – aggiunge – non è stato bocciato defiitivamente, ma sono solo stati chiesti dei chiarimenti alla Provincia che li sta fornendo".

Se tutto filerà liscio, quindi, a metà settembre, poco prima dell'inizio di piogge e nevicate, almeno la Sp 152 sarà in piene condizioni di sicurezza.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi