Prevenzione delle malattie renali, grande attenzione dei cittadini per gli screening in piazza - In azione medici, infermieri, studenti e volontari
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


22 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 11/06/2019

Prevenzione delle malattie renali, grande attenzione dei cittadini per gli screening in piazza

In azione medici, infermieri, studenti e volontari

Sabato 8 e domenica 9 giugno, in piazza Barbacani a Vasto, l’equipe medica ed infermieristica  dell’unità operativa di Emodialisi e Nefrologia dell’ospedale San Pio da Pietrelcina di Vasto – con i dirigenti medici Lucia Perilli, Bice Giammichele, Nicola Del Negro, Fabio Cristiano e i coordinatori infermieristici Lorenzo Abate, Nicola Giuliani – in collaborazione con l’Aned onlus (Associazione nazionale emodializzati, dialisi e trapianti) ed Avis Vasto, coaudiuvati dagli studenti del Corso di Laurea in infermieristica dell’Università D’Annunzio di Chieti, Polo didattico di Vasto, coordinati dalla dottoressa Luciana Potalivo, hanno promosso e sostenuto una campagna di sensibilizzazione e prevenzione delle malattie renali volta a creare una maggiore consapevolezza. Consapevolezza per assumere comportamenti preventivi, consapevolezza dei fattori di rischio, consapevolezza su come vivere con una malattia renale. Una grande e articolata iniziativa per salvaguardare la salute dei reni.

Gli sforzi profusi sono stati premiati dalla grande attenzione prestata dai cittadini che, con curiosità e stupore, hanno visitato gli stand, chiesto informazioni ed eseguito gli screening gratuiti programmati durante le giornate. “Nella vita si semina non per avere un riscontro personale ma per avere soprattutto un riscontro umano – commenta Lorenzo Abate, coordinatore infermieristico dell’UO Emodialisi di Vasto -. Bisogna sempre tendere la mano e cercare di tirare fuori quei valori che i pazienti ci trasmettono anche nella sofferenza”.

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi