Dissesto idrogeologico a Punta Penna: in arrivo 1,5 milioni di euro per il consolidamento - I fondi assegnati dalla giunta regionale
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


1 giugno 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 01/06/2019

Dissesto idrogeologico a Punta Penna: in arrivo 1,5 milioni di euro per il consolidamento

I fondi assegnati dalla giunta regionale

Quanto prima partiranno i lavori di consolidamento del promontorio di Punta Penna, nella zona sovrastante viale Marinai d'Italia, la strada che conduce al porto e su cui sorgono il quartiere Ater e le strutture della Guardia Costiera. Il Comune di Vasto ha infatti ottenuto 1,5 milioni di euro per il risanamento di quella zona a rischio e oggi costantemente monitorata. "La consistente somma è stata erogata a seguito degli eccezionali fenomeni meteorologici che colpirono il territorio abruzzese nella seconda decade del mese di gennaio del 2017 - spiega una nota del Municipio -.  

Un intervento sollecitato da anni dal Comune di Vasto e sostenuto dall'ex giunta regionale presieduta da Luciano D'Alfonso. Per il primo lotto dei lavori, per un importo di 750 mila euro, il Comune di Vasto è già in possesso del progetto esecutivo dell'opera".

Ieri mattina il vicesindaco Giuseppe Forte ha firmato la convenzione in Regione e, entro il mese di settembre, le opere dovranno essere appaltate. 

Complessivamente ammontano a circa 62 milioni di euro le risorse, relative alla prima annualità, assegnate all'Abruzzo. Il presidente Marco Marsilio, nella sua veste di Commissario delegato, ha sottoscritto sessantanove convenzioni con i soggetti attuatori degli interventi: i rappresentanti delle amministrazioni provinciali di Chieti e Pescara ed i sindaci di sessantasette Comuni.

Si tratta di risorse relative ai danni al patrimonio pubblico rispetto alle quali sono stati individuati progetti già cantierabili. Entro il 30 settembre prossimo bisognerà aver completato le gare d'appalto e avere sottoscritto i contratti. Successivamente vi saranno altre due annualità a disposizione degli Enti interessati ed in regola con le procedure previste.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi