"Il Comune assumerà 4 persone, ma non pubblicizza il concorso" - La polemica - FdI: "Quando si tratta di lavoro l’amministrazione non informa"
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


11 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 01/06/2019

"Il Comune assumerà 4 persone, ma non pubblicizza il concorso"

La polemica - FdI: "Quando si tratta di lavoro l’amministrazione non informa"

Da sinistra: Vincenzo Suriani e Francesco Prospero (FdI)"È inconcepibile che in un Comune come quello di Vasto, in cui si producono comunicati stampa anche per le quisquiglie, non venga pubblicizzato un concorso pubblico per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato".

In un comunicato polemico, i consiglieri comunali di Fratelli d'Italia, Vincenzo Suriani e Francesco Prospero, annunciano: "É stato pubblicato giovedì scorso il bando di concorso per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di quattro figure impiegatizie, da parte del Comune di Vasto. Il bando di concorso, rivolto a lavoratori in possesso del diploma di scuola dell’obbligo è stato pubblicato sul sito istituzionale del Comune il 30 maggio ed è consultabile al link http://www.comune.vasto.ch.it/index.php/avvisi-pubblici/541-avviso-di-selezione-ex-art-16-legge-56-87-per-il-reclutamento-di-4-unita-di-categoria-b3-qualifiche-varie".

“È inconcepibile che in un Comune come quello di Vasto, in cui si producono comunicati stampa anche per le quisquiglie, non venga pubblicizzato un concorso pubblico per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato. L’amministrazione Menna, che ci informa persino quando viene riparata una panchina o quando viene posizionato un cestino per le feci dei cani, quando si tratta di concorsi pubblici si guarda bene dal diffondere le notizie”.

“Purtroppo  - attaccano Suriani e Prospero - il bando di concorso è molto diverso da quello che avevamo richiesto noi, perché non favorisce in alcun modo la partecipazione popolare. Il concorso, che si svolgerà seguendo una normativa del 1987, verrà gestito tramite il Centro per l’Impiego, e prevede una scadenza flash, infatti le domande andranno presentate al Centro per l’Impiego di Vasto entro il 14 giugno 2019. Leggendo il bando, sembra inoltre di capire che non saranno prese in considerazione le domande presentate via pec, ma solo quelle consegnate a mano o via raccomandata postale”.

“Potranno partecipare – sottolineano i due consiglieri di Fratelli d’Italia – solamente i cittadini in possesso di determinate qualifiche professionali, quali quella di messo notificatore coordinatore, addetto ai servizi di protocollazione e addetto ai servizi di archiviazione dati e documenti, qualifiche stabilite e individuate dall’amministrazione Menna. Come consiglieri comunali, invitiamo i vastesi che vorrebbero partecipare a recarsi sin da subito presso il Comune e presso il Centro per l’Impiego a verificare i requisiti di partecipazione, che magari sono già in loro possesso. Annunciamo inoltre che da subito è stata presentata una interpellanza in Consiglio Comunale, per verificare alcuni aspetti critici del concorso, sui quali torneremo a fare chiarezza. Infine – concludono i consiglieri di Fratelli d’Italia -  invitiamo tutti i consiglieri comunali di minoranza a vigilare su questo concorso, a chiederne gli atti e a osservare congiuntamente con noi ogni eventuale aspetto normativo e procedurale. I vastesi verranno comunque informati, in ogni fase, su nomi, cognomi e fatti inerenti questa procedura concorsuale”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi