Niente da fare per Molisani: "siAmo Monteodorisio" definitivamente esclusa dal Consiglio di Stato - "Una sentenza non può impedirci di lavorare per il paese"
 

Niente da fare per Molisani: "siAmo Monteodorisio" definitivamente esclusa dal Consiglio di Stato

"Una sentenza non può impedirci di lavorare per il paese"

Daniele MolisaniNiente da fare. Si conclude senza la possibilità di partecipare alle Amministrative del 26 maggio prossimo la vicenda dell'eccessivo numero di firme raccolte dalla lista "siAmo Monteodorisio" capeggiata da Daniele Molisani.

Oggi il Consiglio di Stato ha respinto l'appello della lista di orientamento di centrosinistra confermando la sentenza del Tar di Pescara di giovedì scorso che restringe la competizione elettorale a Catia Di Fabio (Nuovo Agire) e Nicola Generoso (Legati per Monteodorisio).

Il gruppo capeggiato da Molisani commenta così: "Il Consiglio di Stato ha respinto il nostro appello. Forse doveva andare così, i motivi per cui ci siamo ritrovati in questa situazione sono tanti, il tempo spiegherà tutto. Noi, come vi avevamo promesso dall’inizio, continueremo ad essere presenti, continueremo a stare dalla parte dei cittadini e lavorare per i cittadini, non è finita qui, è solo un nuovo inizio! Una sentenza può impedirci di partecipare alle elezioni, ma non può impedirci di lavorare per il paese. Auguriamo ad entrambe le liste una campagna elettorale fatta di temi concreti, focalizzati sul bene comune, non sul bene di alcuni. Nei giorni a seguire daremo indicazioni di voto, la politica si fa anche al di fuori di un’amministrazione comunale. Ci saranno tempi migliori e noi saremo pronti, perché siAmo Monteodorisio".

La lista è stata esclusa perché ha presentato 22 firme in più del massimo previsto dalla legge per i comuni della dimensione di Monteodorisio: 60. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi