Biliardo, Potalivo vince il Campionato regionale di 1ª Categoria e vola alle finali nazionali - Per il giocatore vastese arriva anche la promozione nella categoria Master
CHIUDI [X]
 
Vasto   Sport 16/05

Biliardo, Potalivo vince il Campionato regionale di 1ª Categoria e vola alle finali nazionali

Per il giocatore vastese arriva anche la promozione nella categoria Master

Remo Potalivo (a destra) premiato dal presidente regionale della Fibis, Dario NataleRemo Potalivo è campione regionale di Prima Categoria di biliardo ai 5 birilli. Un successo che gli vale la qualificazione al Campionato italiano e la promozione nella categoria Master.

Nei giorni scorsi, a Pescara, si è svolta la poule finale dei Campionati regionali d'Abruzzo e Molise delle tre categorie di base della Fibis (Federazione italiana biliardo sportivo): Prima, Seconda e Terza.

Francesco Moretta di Casalbordino si è imposto nella Terza categoria [LEGGI].

In Prima, invece, il combattuto tabellone finale a eliminazione diretta ha visto protagoniste le migliori 12 stecche della stagione regolare. Potalivo, secondo classificato nella graduatoria al termine della regular season, è entrato in gioco ai quarti di finale, mentre i classificati dal 5° al 12° posto hanno dovuto affrontare anche gli ottavi di finale.

Il giocatore vastese ha superato prima Rocco Pizzico nei quarti, poi l'avezzanese Stefano Sansone in semifinale alla bella (2-1 il risultato finale) e, infine, nella finalissima per il titolo, il teramano Rodolfo Sacchetti per 2-0 (80-70 e 80-76 i parziali), conquistando il titolo d'Abruzzo e Molise e la qualificazione al Campionato italiano di Prima categoria, che si svolgerà a Saint Vincent, la capitale del biliardo nazionale.

"Vincere - commenta Potalivo - non è semplice in qualsiasi sport; nel biliardo è ancora più difficile, perché si deve comporre un puzzle in cui tutti i pezzetti devono essere sistemati al posto giusto: consapevolezza di ciò che si fa sul biliardo, giusta grinta e concentrazione: in sostanza, entrare in simbiosi con quel rettangolo e con quelle sfere. È, comunque, un traguardo fatto di sacrifici, studio e conoscenza della tecnica. A Saint Vincent vado con la consapevolezza di poter far bene. Non ho un obiettivo vero e proprio, percé nel biliardo basta una sola situazione di gioco a capovolgere tutto, sia in posivito che in negativo".

Intanto, si gode la promozione tra i Master, salendo, quindi, dalle categorie di base a quelle di eccellenza. E non è poco.

 

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi