Il concerto con il maestro Knagui ha chiuso la 2ª edizione del Vasto Gospel Festival - L’appuntamento organizzato dall’associazione The New Gospel Choir
 
Vasto   Musica 14/05

Il concerto con il maestro Knagui ha chiuso la 2ª edizione del Vasto Gospel Festival

L’appuntamento organizzato dall’associazione The New Gospel Choir

foto di Emanuele CorropoliIl maestro Knagui, vocal coach e direttore di coro americano, è stato l'ospite d'onore della seconda edizione del Vasto Gospel Festival, appuntamento organizzato dall'associazione The New Gospel Choir. Il salone degli Aranci dell'istituto San Francesco di Vasto Marina ha ospitato la due giorni di workshop guidata dall'artista gospel statunitense. "Sono stati due giorni ricchi di emozioni in cui abbiamo condiviso con tante persone la passione per la musica gospel". 

Dopo le giornate di studio con il maestro Knagui, i partecipanti al workshop sono stati i protagonisti di un intenso e partecipato concerto finale accompgnato dai musicisti del The New Gospel Choir. Il direttore americano ha trascinato non solo i coristi ma tutti i presenti in sala con la sua grande energia ed il suo entusiasmo. "Grazie alla nostra direttrice per il suo impegno e pazienza - commentano i rappresentanti del direttivo dell'associazione musicale -, ai nostri coristi per essere riusciti a creare una grande famiglia, ai musicisti che sentiamo sempre più coinvolti in questo progetto".

Dal coro vastese un pensiero "ai rappresentanti dei Thebluevoices Gospelchoir (Teramo) e dei The original Newport Gospel singers (Pescara) che ci hanno onorato della loro presenza al workshop e impreziosito il concerto finale. Grazie a Maria Grazia dei Lowfield Gospel Choir (Campobasso) che ha messo a disposizione oltre la sua splendida voce anche le sue capacità di presentatrice".

Un ringraziamento conclusivo anche "a chi ci ha permesso di vivere questo evento e al maestro Knagui per averci preso per mano e guidato in questo percorso di crescita". Per la giovane formazione gospel vastese è stata anche un'occasione di condivisione con altre realtà che potrà portare a nuove ed interessanti collaborazioni.

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi