Lunghe code sull’Istonia, nel pomeriggio spento per un’ora il semaforo di Vasto Marina - Traffico in tilt oggi pomeriggio tra le due rotatorie
Abruzzo Smart Academy - ITS Agroalimentare Teramo CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 maggio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 25/04/2019

Lunghe code sull’Istonia, nel pomeriggio spento per un’ora il semaforo di Vasto Marina

Traffico in tilt oggi pomeriggio tra le due rotatorie

TRAFFICO IN TILT. Lunghe code oggi pomeriggio tra Vasto città e Vasto MarinaCode lunghissime oggi pomeriggio sulla strada che da Vasto città porta alla riviera. La giornata festiva e le temperature miti hanno invogliato tante persone a fare una passeggiata a Vasto Marina, magari per un gelato o un aperitivo.

Nel giro di poco tempo, il traffico si è ingolfato nel tratto di via Donizetti compreso tra la nuova rotatoria (all'incrocio con la provinciale Istonia) e il semaforo al crocevia da cui si scende verso piazza Fiume e il litorale. Per questo, si è reso necessario impostare il semaforo nella modalità lampeggio per circa un'ora. Poi, attorno alle 19, il regolare funzionamento è stato ripristinato. Il numero di auto in transito era già sensibilmente diminuito.

Si discute, ormai da diverse settimane, di come regolare il traffico per evitare che, specie nei periodi più affollati dell'anno, le due rotatorie costruite in autunno dall'Anas possano fare da tappo e rallentare la circolazione. Comune, polizia locale e Anas cercano una soluzione. I commercianti del consorzio Vivere Vasto Marina non vogliono che venga imposto, a chi proviene da nord, il divieto di immettersi in piazza Fiume.

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi