Il bandierone fa discutere anche quando non c’è più. "Al suo posto si metta il logo del Giro" - La proposta
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


30 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 22/04/2019

Il bandierone fa discutere anche quando non c’è più. "Al suo posto si metta il logo del Giro"

La proposta

Vasto, la toratoria di piazza Verdi come si presenta attualmente: è rimasta la scritta Vasto 102. Emilinato il tricolore orizzontale"Una marea di chiacchiere per una enigmatica bandiera e un numero, il 102, posti a piazza Verdi. Ma se si vuole pubblicizzare la tappa Vasto-L'Aquila del prossimo 17 maggio, non è meglio utilizzare il semplice logo del Giro d'Italia?". Nella polemica sulla decorazione [LEGGI] installata (e poi rimaneggiata: LEGGI) dal Comune di Vasto per accogliere la 7ª tappa della corsa rosa, che il 17 maggio partirà dal cuore della città per arrivare a L'Aquila, si inserisce Nicola D'Adamo, presidente dell'Assostampa vastese.

"Non c'è elemento più identificativo", afferma. "La stessa RCS Sport spa, che organizza il Giro e stipula la convenzione con il Comune sede di tappa, precisa sempre che il logo si può usare per la promozione della città: 'In tutte queste attività il logo del Giro d’Italia potrà essere accostato esclusivamente al logo dell’Ente, mai in abbinamento a marchi di terzi e/o su prodotti e articoli promozionali in genere'.  Vale a dire che  i privati per esempio non possono stampare magliette con il logo del Giro D'Italia, se non autorizzati dalla RCS. L'Ente Comune invece lo può usare seguendo le regole grafiche stabilite nella convenzione".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi