Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


13 aprile 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Casalbordino   Eventi 16/04/2019

A Casalbordino il concerto con i brani tradizionali della Settimana Santa

Al via le celebrazioni che uniscono fede e tradizione

È iniziata nel segno della tradizione la Settimana Santa a Casalbordino. Ieri sera, nella chiesa di Sant’Antonio da Padova i musicisti Domenico Mancini e Alessandro Pensa (violino), Fabrizio Fabiano (violoncello), Antonio Angelucci (fisarmonica), Giulio Di Rito, Sandro Del Monte, Luisa Di Giacomo e Paolo Pasquini (chitarra), hanno eseguito alcuni brani caratteristici della tradizione musicale casalese legata ai riti della Settimana Santa. 

Il concerto è tra gli eventi inseriti all’interno della Settimana Santa a Casalbordino – Una Tradizione Storica. Addio Per Sempre (da una partitura del 1936) e Sulla Tomba sono le musiche tramandate dai componenti del Coro e l’Orchestra del Venerdì Santo che a Casalbordino ha radici secolari. Inoltre sono stati eseguiti Gesù Mio e il Miserere di Selecchy che nella versione casalese si presenta leggermente diversa da quella originale chietina.

La tradizione del canto del Miserere durante la Processione del Venerdì Santo è forte all’interno della comunità, infatti già dai primi anni del ‘900 ci sono testimonianze di alcuni cantori e suonatori casalesi che accompagnavano il Cristo Morto durante la Processione del Venerdì Santo riproponendo la versione locale del Misere di Selecchy. La tradizione continua grazie ad un folto gruppo di musicisti locali che, ieri sera in attesa del Venerdì Santo, hanno donato alla comunità un momento di preghiera e riflessione nel solco della valorizzazione delle tradizioni locali e della cultura popolare.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi