Cancelli chiusi al Civeta: "Si trovino soluzioni per non penalizzare Comuni e cittadini" - Il documento di cinque sindaci del territorio
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


14 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

San Salvo   Ambiente 12/04/2019

Cancelli chiusi al Civeta: "Si trovino soluzioni per non penalizzare Comuni e cittadini"

Il documento di cinque sindaci del territorio

Dal 9 aprile, a causa di un guasto nell'impianto di trattamento meccanico dei rifiuti, al Civeta non è possibile conferire i rifiuti organici. Una situazione che, per i Comuni appartenenti al consorzio, sta creando notevoli disagi oltre a quelli già vissuti per il sequestro della vasca gestita dalla Cupello Ambiente. 

Ed ecco che cinque sindaci, Angelo Marchione (Furci), Saverio Di Giacomo (Monteodorisio), Alfonso Ottaviano (Scerni), Tiziana Magnacca (San Salvo) e Mimmo Budano (Villalfonsina), hanno sollevato la questione con un documento congiunto. 

"E’ dietro l’angolo il rischio di danno ambientale per i nostri territori comunali se la gestione commissariale non troverà in maniera tempestiva adeguate soluzioni. 

La responsabilità della chiusura dei cancelli non può certamente essere addebitata né ai Comuni né (quanto al costo) ai cittadini. Occorre un urgente intervento del commissario regionale per trovare adeguate soluzioni in altri impianti regionali per liberare le nostre case dai rifiuti oramai accumulati da mercoledì. Senza imputare alcun costo a carico dei nostri cittadini, ma soprattutto trovando subito alternative per non perdere tempo ulteriore".

In questi giorni in diversi comuni è stata sospesa la raccolta dell'organico. A Vasto, invece, la raccolta viene effettuata con il conferimenti in altri impianti regionali. I costi di conferimento, già aumentati dopo il sequestro della terza vasca [LEGGI], subiscono un rincaro anche in questa nuova situazione e, inevitabilmente, si ripercuoteranno sulle tasche dei cittadini.

 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi