Ripulita l’area antistante l’obitorio. Asl: "Chiesti al Comune più cassonetti" - L’azienda sanitaria: "Necessario qualche passaggio in più per il ritiro dei rifiuti"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


11 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 10/04/2019

Ripulita l’area antistante l’obitorio. Asl: "Chiesti al Comune più cassonetti"

L’azienda sanitaria: "Necessario qualche passaggio in più per il ritiro dei rifiuti"

Vasto, ospedale San Pio da Pietrelcina: ripulita l'area antistante l'obitorioRipulita l'area antistante l'obitorio dell'ospedale di Vasto. Ieri Zonalocale aveva pubblicato le foto dei cassonetti stracolmi e dell'immondizia accumulata intorno ad essi [LEGGI]. 

Oggi la Asl fa sapere che "al Comune e alla società che gestisce lo smaltimento è stata già fatta presente l'insufficienza dei cassonetti a disposizione del presidio, così come per il ritiro sarebbe necessario qualche passaggio in più rispetto al normale calendario. I cumuli sono l'effetto di questa carenza, e non di incuria da parte dellaDirezione medica di presidio che, a fronte di una quantità importante di residuo secco e indifferenziato prodotto, proporzionato alle dimensioni dell'ospedale, non dispone di strumenti alternativi per lo stoccaggio in attesa che il materiale venga ritirato. Le azioni possibili, riferite alla sensibilizzazione al problema dei soggetti preposti, sono state tutte messe in atto". 

La Asl, inoltre, comunica che l'obitorio è stato "recentemente ristrutturato". 

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi