Morte sul lavoro: lutto cittadino per i funerali di Roberti. Tre gli indagati - La famiglia ancora in attesa dell’autopsia
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


13 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Lentella   Cronaca 09/04/2019

Morte sul lavoro: lutto cittadino per i funerali di Roberti. Tre gli indagati

La famiglia ancora in attesa dell’autopsia

Massimo RobertiLutto cittadino a Lentella in occasione dei funerali di Massimo Roberti. Il 40enne è morto giovedì scorso in un incidente sul lavoro in un capannone di Mafalda (Cb) cadendo dal tetto dove stava sostituendo alcuni pannelli insieme ad altri lavoratori [LEGGI].

Il sindaco lentellese Carlo Moro ha deciso di istituire il lutto cittadino per la gravissima perdita che ha colpito il paese; Roberti era conosciuto da tutti, era stato fino al 2017 il presidente dell'Asd Lentella, squadra militante in Terza categoria. Dopo lo scioglimento della società, molti ragazzi si sono ritrovati negli Aquilotti San Salvo che domenica scorsa ha giocato con il lutto al braccio.

Per quanto riguarda la data dei funerali, si attendono gli sviluppi della giornata di oggi. La procura della Repubblica di Larino ha disposto l'autopsia che potrebbe esserci tra oggi pomeriggio e domattina (nel primo pomeriggio è fissato il giuramento del perito). In base a questo sarà fissata la data dell'ultimo saluto al lentellese; tempi lunghissimi per la famiglia che già nel giorno della tragedia ha atteso ben otto ore e mezzo il nullaosta allo spostamento della salma da parte del sostituto procuratore Marianna Meo all'obitorio dell'ospedale di Termoli dove si trova tutt'ora. 

Gli indagati per questa ennesima vittima del lavoro sono tre: il titolare del capannone, il titolare dell'altra ditta che stava operando con Roberti sul tetto e il direttore dei lavori.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi