Vasto   Cronaca 08/04/2019

Violenza sessuale di gruppo, in quattro rischiano di essere processati

Domani a L’Aquila il gup interrogherà anche il quarto indagato

A sinistra, il maggiore Amedeo Consales nella conferenza stampa in cui fu diffusa la notizia degli arrestiViolenza sessuale di gruppo continuata e aggravata dalla minore età e pornografia minorile. Sono le accuse di cui devono rispondere i 4 giovani arrestati nell'estate 2018 dai carabinieri di Vasto nell'inchiesta, coordinata dal capo della Procura dei minori dell'Aquila, Roberto Polella, sugli abusi subiti da una minorenne.

Domani a L'Aquila la seconda udienza preliminare. Il gup del Tribunale dei minori deve decidere se rinviare a giudizio i quattro indagati, tre dei quali interrogati nella scorsa udienza, il quarto domani. All'epoca dei fatti contestati, nessuno di loro aveva raggiunto i 18 anni. 

I carabinieri, agli ordini del maggiore Amedeo Consales, hanno trovato, nel corso delle indagini, foto e video di quelli che ritengono essere riscontri alle ipotesi accusatorie formulate. 

Domani il giudice delle udienze preliminari deciderà se gli indagati devono essere processati. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi