Francesco Menna: "Abbiamo chiuso le scuole per garantire la serenità di alunni e famiglie" - Il primo cittadino spiega le motivazioni della sua decisione
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


25 maggio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 04/04/2019

Francesco Menna: "Abbiamo chiuso le scuole per garantire la serenità di alunni e famiglie"

Il primo cittadino spiega le motivazioni della sua decisione

Oggi, giovedì 4 aprile, niente lezioni nelle scuole di Vasto, così come in quelle di San Salvo e altri Comuni, a causa della sospensione dell'erogazione idrica dovuta ad una rottura nella condotta principale che rifornisce d'acqua molti Comuni. La decisione dell'amministrazione comunale, resa nota nel pomeriggio di ieri, ha però suscitati diversi malumori.

"Ho letto diverse polemiche - dice il sindaco di Vasto, Francesco Menna - per la nostra decisione. Voglio precisare che le scuole di Vasto sono tutte attrezzate con autoclavi per garantire un’autosufficienza idrica. Ma, se la rottura si dovesse protrarre oltre le 24 ore, arriveremmo a venerdì con una chiusura certa".

Ecco perchè "al fine di garantire i serbatoi e, soprattutto, la serenità delle famiglie, degli studenti, dei docenti, del personale si è resa opportuna oggi una chiusura per avere, domani, una certa riapertura. Se la rottura dovesse essere riparata più tardi del previsto le cisterne scolastiche saranno in grado di sopportare l’evento" evitando, secondo quanto spiega il primo cittadino, la chiusura nei giorni di venerdì e sabato.

"Purtroppo è un disagio che si è verificato nei nostri Comuni, ci auguriamo che la Sasi arrivi quanto prima a riparare questa problematica", conclude Menna.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi