Tribunale a rischio, gli avvocati vogliono risultati concreti: confermato lo stato di agitazione - I legali restano sul piede di guerra in vista del nuovo incontro al Ministero
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


6 aprile 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

bar_chartInfografiche Covid Abruzzo keyboard_arrow_up keyboard_arrow_down

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 23/03/2019

Tribunale a rischio, gli avvocati vogliono risultati concreti: confermato lo stato di agitazione

I legali restano sul piede di guerra in vista del nuovo incontro al Ministero

Vasto, aula magna del palazzo di giustizia: l'incontro di ieri tra Marsilio, il presidente del Tribunale, Bruno Giangiacomo, il procuratore, Giampiero Di Florio, e il Consiglio dell'Ordine degli avvocatiGli avvocati rimangono sul piene di guerra.

"Confermiamo lo stato di agitazione", dice Vittorio Melone, presidente dell'Ordine forense di Vasto, all'indomani dell'incontro con il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, ieri in tour nel Vastese: in mattinata a Casalbordino e San Salvo, nel pomeriggio a Vasto, prima all'ospedale San Pio da Petrelcina e poi a palazzo di giustizia.

Il governatore è tornato a Palazzo Silone con un dossier pieno di problemi annosi e urgenti da risolvere.

Gli avvocati non revocano lo stato di agitazione. Attendono risultati concreti. Ieri hanno invitato il presidente della Regione a prendere contatti con il Ministero per fissare la data del nuovo incontro.

Guarda le foto

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi