Riparte la raccolta dei rifiuti, ma ecco i rincari: 30 € in più a tonnellata per l’indifferenziato - Il Civeta li trasporterà verso altri impianti
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


26 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Cupello   Attualità 22/03/2019

Riparte la raccolta dei rifiuti, ma ecco i rincari: 30 € in più a tonnellata per l’indifferenziato

Il Civeta li trasporterà verso altri impianti

Arrivano nero su bianco i temuti rincari per il conferimento dei rifiuti. Dopo il blocco di ieri, la situazione torna alla normalità per quanto riguarda la raccolta. 

Ieri sera, il commissario straordinario Franco Gerardini e il direttore tecnico Luigi Sammartino (entrambi indagati insieme ad altre due persone, LEGGI) hanno inviato una nota ai Comuni del Vastese con la quale annuncia la riapertura dell'impianto e la maggiorazione delle tariffe.

"Riapertura dell'impianto" vuol dire che i Comuni potranno portare lì i propri rifiuti e che questi saranno poi trasportati dal consorzio in altre discariche regionali perché, ovviamente, la terza vasca gestita dalla Cupello Ambiente resta sotto sequestro per consentire le indagini della magistratura.

Le tariffe che risentono quindi sia del cambio di destinazione che del trasporto sono le seguenti: 150,436 euro a tonnellata più Iva e altri oneri per l'indifferenziata (prima era poco più di 119 euro/tonnellata) e 95,645 euro a tonnellata più Iva e altri oneri per l'organico (qui l'aumento è minore, in precedenza il costo oscillava tra gli 85 e i 90 euro/tonnellata).

Quello dei rincari è un problema di non poco conto per le amministrazioni comunali: con i bilanci in via di approvazione bisognerà intervenire per prevedere le nuove necessarie coperture economiche che inevitabilmente si riperquoteranno in bolletta e sulle tasche dei cittadini.
Gerardini e Sammartino terminano la propria comunicazione specificando che il Consorzio Civeta è "parte lesa" nella vicenda giudiziaria e che "ha in corso tutte le iniziative istituzionali e operative necessarie per il reperimento di siti autorizzati e per il ripristino delle ordinarie attività di recupero e/o smaltimento".

MENNA CHIEDE INCONTRO URGENTE - Sui rincari il sindaco di Vasto, Francesco Menna annuncia di aver chiesto un incontro urgente con commissario e Regione: "Ho chiesto subito una riunione urgente  con il Commissario, con gli  organi e i vertici della Regione Abruzzo  e con i sindaci del territorio affinché vengano trovate subito le soluzioni, perché tutto questo non ricada sulle tasche  dei cittadini. Voglio solo ricordare che quando un anno e mezzo fa il Civeta ha aumentato le tariffe, per adeguarle a quelle nazionali e regionali, uno dei pochi Comuni che non ha aumentato la tassa sui rifiuti è quello di Vasto. Per cui continua la nostra battaglia come amministrazione comunale a non voler aumentare la tassa sui rifiuti, ma certo è necessario trovare subito soluzioni per garantire che questa problematica non ricada sui cittadini”. 

di Antonino Dolce (a.dolce@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi