CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


18 maggio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 04/03/2019

Scoppia una bombola nel carcere di Vasto, ferito detenuto 49enne. Ricoverato a Napoli

Dal Pronto soccorso del "San Pio" è stato trasferito al Centro grandi ustionati

Vasto, il carcere di Torre SinelloUn uomo è rimasto ustionato dallo scoppio di una bombola di gas da campeggio all'interno del carcere di Vasto. L'esplosione è avvenuta nella cella in cui l'uomo, un marocchino di 49 anni, era detenuto. È stato soccorso dagli agenti e dal personale sanitario della struttura di reclusione.

Il detenuto è stato trasportato in ambulanza al Pronto soccorso dell'ospedale San Pio da Pietrelcina di Vasto e da qui trasferito al all'ospedale Cardarelli di Napoli. "Ha ustioni su oltre il 50% del corpo. È grave", racconta il primario del Pronto soccorso di Vasto, dottor Augusto Sardellone. "Qui abbiamo trattato il paziente e poi disposto il suo traferimento, con l'assistenza di un rianimatore, al Centro grandi ustionati di Napoli". 

LA PRIMA NOTIZIA - L'esplosione è avvenuta nel primo pomeriggio di oggi nel penitenziario di contrada Torre Sinello. "L'intervento è in corso", spiegavano alle 14.30 gli addetti della centrale operativa del 118 di Chieti. "Ci troviamo sul posto per i primi soccorsi e per decidere se trasferire il paziente al Centro grandi ustionati dell'ospedale Cardarelli di Napoli". 

Intanto, sulla pista di viale Paul Harris, era atterrata l'eliambulanza del 118, pronta al decollo per l'eventuale trasferimento nell'ospedale specializzato partenopeo.


di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi