Operazione Evelin: dissequestrati il bar e gli altri beni - La decisione del tribunale del riesame
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


20 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

San Salvo   Cronaca 22/02/2019

Operazione Evelin: dissequestrati il bar e gli altri beni

La decisione del tribunale del riesame

Via i sigilli dal locale che ha dato il nome all'intera operazione. Il tribunale del riesame ha annullato l'ordinanza che disponeva il sequestro del bar Evelin in contrada Stazione a San Salvo, di 19 autovetture, altri 3 immobili e quote di società per un valore complessivo di 1,2 milioni di euro. 

La decisione del tribunale del riesame riporta nelle disponibilità dei legittimi proprietari beni e quote che erano stati posti sotto sequestro il 28 gennaio scorso [LEGGI] in un'operazione congiunta di carabinieri e guardia di finanza in quello che era il secondo atto dopo il maxi blitz di fine novembre [LEGGI]. Secondo la Dda dell'Aquila, a San Salvo aveva le basi un'organizzazione criminale albanese specializzata in traffico di droga internazionale.

"Il tribunale del riesame – spiega a zonalocale.it Antonello Cerella che insieme a Marisa Berarducci rappresenta i proprietari dei beni – ha annullato l'ordinanza perché non ci sono i presupposti per la sua applicazione. Il bar era considerato il punto nevralgico dello spaccio, ma non c'è nessuna prova né su questo né sul fatto che i proventi finissero in quest'attività".

IL SECONDO ATTO - Alla fine del mese scorso, i comandi provinciali di Chieti dei carabinieri e della guardia di finanza, diretti dai colonnelli Florimondo Forleo e Serafino Fiore spiegavano: "Questa mattina, nelle province di Chieti, Campobasso e Foggia, finanzieri e carabinieri dei rispettivi Comandi Provinciali di Chieti hanno dato esecuzione al decreto di sequestro preventivo emesso dal gip del Tribunale di L’Aquila, Giuseppe Romano Gargarella, su richiesta del sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia del capoluogo abruzzese, Stefano Gallo, nei confronti dei componenti il sodalizio criminale operante su San Salvo e sull’area del Vastese".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi