"Un anno per un’elettromiografia da fare a Chieti e non a Vasto. Costretto a rivolgermi a privati" - Sanità, liste d’attesa interminabili
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


26 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   L'angolo dei lettori 31/01/2019

"Un anno per un’elettromiografia da fare a Chieti e non a Vasto. Costretto a rivolgermi a privati"

Sanità, liste d’attesa interminabili

Vasto: il Cup dell'ospedale San Pio da PietrelcinaFebbraio 2020. Un anno di attesa per una elettromiografia agli arti superiori da fare non a Vasto, ma a Chieti. È quanto si è sentito comunicare un lettore di Zonalocale, che ha accompagnato un suo familiare al Cup (centro unico prenotazioni) dell'ospedale San Pio da Pietrelcina di Vasto. 

"Premetto che al San Pio da Pietrelcina le eccellenze non mancano. È mai possibile che qualche dirigente preposto alla programmazione non si renda conto di tali criticità?", racconta F.G. Sul sito dell'azienda sanitaria, si possono verificare i lunghi tempi d'attesa per gli esami diagnostici ordinari. 

"A un mio familiare viene prescritto dal medico curante un normale esame tecnico di elettromiografica agli arti superiori. Bene, lunedì ci si reca al Cup di Vasto per la prenotazione, riscontrando che tale esame tecnicamente a Vasto viene fatto, per il momento non sanno dare una data. Il primo appuntamento utile riescono a darlo, nella nostra Asl, nella sede di Chieti, udite udite, a febbraio 2020 e non prima". 

Allora l'uomo si rivolge a un centro privato: vista la lista d'attesa lunghissima, "esco fuori dal Cup di Vasto e interpello subito una struttura a pagamento della zona di Vasto, dove risiedo e, a 10 chilometri da casa, ho già la prenotazione e la conferma dell'esame per il 15 febbraio 2019". 

La replica della Asl: LEGGI

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi