San Salvo, accordo Comune-"Mattioli": studenti espulsi potranno svolgere lavori socialmente utili - "Recupero dello studente attraverso attività sociali, culturali e ambientali"
CHIUDI [X]
 

San Salvo, accordo Comune-"Mattioli": studenti espulsi potranno svolgere lavori socialmente utili

"Recupero dello studente attraverso attività sociali, culturali e ambientali"

Gli studenti sottoposti a sanzioni disciplinari superiori a 15 giorni con l’allontanamento dalla scuola potranno svolgere un percorso di recupero all’interno del Comune di San Salvo. È questo in sintesi il contenuto del protocollo d’intesa, approvato dalla giunta comunale, che verrà sottoscritto con l’Istituto d’istruzione superiore "Mattioli" di San Salvo per l’attuazione di percorsi formativi alternativi o contestuali alle sanzioni disciplinari che riguarderanno gli studenti. 

L’obiettivo di questo accordo è illustrato dal sindaco Tiziana Magnacca: “Vogliamo con questa iniziativa evidenziare la funzione educativa della sanzione disciplinare con il recupero dello studente attraverso attività di natura sociale, culturale e ambientale a tutto vantaggio della comunità nella quale frequentano le scuole superiori. Abbiamo trovato piena sintonia con la dirigente Costantini per un’intesa che avrà una durata di tre anni”.

La dirigente Annarosa Costantini evidenzia come l’attuazione di percorsi formativi alternativi o contestuali alle sanzioni disciplinari possa essere coordinata con la famiglia, con i servizi sociali e, se necessario con l’autorità giudiziaria, “per promuovere un pieno recupero educativo che miri alla all’inclusione, alla responsabilizzazione e al reintegro nella comunità scolastica”.
La notizia arriva dopo gli ultimi episodi all'interno dell'istituto come quello che ha visto un professore ferito a un occhio per lo scoppio di una miccetta in aula.

Il Comune di San Salvo, spiega una nota dell'ente, si dovrà impegnare a fornire eventuali apparecchiature e attrezzature oltre a individuare un tutor per seguire il percorso dello studente nel periodo stabilito.

Il protocollo di intesa si inquadra all'interno di una serie di misure attivate dal Mattioli, in particolare presso l'Istituto professionale, per promuovere la legalità, il diritto allo studio, il benessere di studenti e docenti:
1.I docenti saranno coinvolti in percorsi di formazione sulla gestione della classe  e sulla didattica cooperativa e inclusiva, in collaborazione con formatori ed enti qualificati.
2. Sono state acquistate attrezzature nuove per aumentare la dotazione tecnologica delle aule e favorire così  strategie didattiche innovative, coinvolgenti e motivanti.
3. L'organico dei docenti delle classi del biennio, grazie al potenziamento, è stato riorganizzato in modo da garantire la possibilità di lavorare per gruppi e attivare i progetti formativi individualizzati previsti dalla riforma dei professionali, partita proprio quest'anno.
4. Su richiesta del Mattioli, il comando della Polizia locale garantisce ogni giorno la necessari vigilanza davanti alla scuola all'ingresso degli studenti.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi