"Polo culturale, il Comune non spenda soldi per il ricorso. Si rifaccia il concorso" - Ordinanza del Tar, le reazioni
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


14 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 16/01/2019

"Polo culturale, il Comune non spenda soldi per il ricorso. Si rifaccia il concorso"

Ordinanza del Tar, le reazioni

Il Teatro Rossetti fa parte, insieme alla Scuola civica musicale, del nuovo Polo culturale Città del Vasto"Avevamo denunciato, isolate voci nel deserto, una serie di falle e storture procedurali che minavano la credibilità del concorso". Cinque consiglieri comunali di centrodestra e liste civiche rivendicano di aver sollevato dubbi sul concorso per l'affidamento dell'incarico di direttore del Polo culturale Città del Vasto. 

Vincenzo Suriani (Fratelli d'Italia), Alessandro d'Elisa (gruppo misto), Edmondo Laudazi (Il Nuovo Faro), Guido Giangiacomo (Forza Italia) e Francesco Prospero (Fratelli d'Italia) intervengono all'indomani della pubblicazione dell'ordinanza con cui il Tar di Pescara ha accolto la richiesta di sospensiva presentata dal maestro Ungureanu, escluso dall'orale del concorso, ordinando al Comune di Vasto di rifare daccapo la selezione, con una diversa commissione, entro 60 giorni [LEGGI].

Secondo i cinque consiglieri d'opposizione, la decisione dei giudici amministrativi "conferma le perplessità che avevamo espresso qualche mese fa in merito al concorso per la direzione del nuovo polo culturale. Ovviamente l’amministrazione Menna, suffragata - sostengono in una nota - dai soliti pareri legali e amministrativi compiacenti, ha deciso di andare avanti sulla sua strada, noncurante delle critiche e delle denunce della minoranza. Consigliamo a Menna e ai suoi compagni due cose: in primo luogo di uscire dalla torre d’avorio che li separa dai cittadini e dal comune senso civico. In secondo luogo proponiamo all’amministrazione di non ricorrere al Consiglio di Stato per difendere un concorso indifendibile. Non si sciupino ulteriori soldi dei cittadini vastesi in ricorsi, piuttosto sia fatta un’altra selezione aperta, trasparente e di alto profilo, capace di rimediare ai guasti prodotti dall'attuale bando e di selezionare finalmente l’alta figura artistica richiesta".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi