Il Presepe vivente a Vasto nella Giornata Mondiale della Pace - In concattedrale la celebrazione dell’arcivescovo Forte
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


4 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Eventi 01/01/2019

Il Presepe vivente a Vasto nella Giornata Mondiale della Pace

In concattedrale la celebrazione dell’arcivescovo Forte

Secondo appuntamento con il Presepe vivente a Vasto nella Giornata Mondiale della Pace. Dopo il primo appuntamento del 26 dicembre [LEGGI], anche nell'evento di inizio anno tanti visitatori hanno percorso le vie del centro storico, da piazza del Tomolo a palazzo d'Avalos, per ammirare le scene allestite dal comitato organizzatore. 

Come da tradizione anche l'arcivescovo Bruno Forte, che ha celebrato la messa serale nella concattedrale di San Giuseppe, ha fatto visita al presepe accompagnato dai seminaristi. Nella messa monsignor Forte ha dato il suo messaggio per la pace richiamando le parole di Papa Francesco. Al termine della celebrazione anche il sindaco Francesco Menna ha rivolto ai presenti e a tutti i cittadini l'augurio di buon anno.

Nella visita al presepe vivente l'arcivescovo si è poi intrattenuto con i figuranti e, nel cortile di palazzo d'Avalos, si è avvicinato ai personaggi della scena della Natività rivolgendo un pensiero alla bimba che in quel momento era nei panni di Gesù Bambino. Poi ha guidato una breve preghiera con tutti i presenti rinnovando l'auspicio di un sereno 2019.

Il Presepe vivente verrà riproposto, per il terzo e ultimo appuntamento della 20ª edizione, il 6 gennaio.

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Chiudi
Chiudi